Domenica, 09 Aprile 2017 15:06

Tutta colpa di Manuel Iori?

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Cittadella – Benevento termina 1 – 0. L'armata granata espugna lo Stregone con il gol a 9' di MANUEL IORI. La truppa di Baroni ci prova, ma non è abbastanza,  le perfide forze del male, mettono disposizione tutta la loro astuzia e negatività nelle traiettorie ad altissimo tasso di impreprobabilità acrobatica della sfera di gioco. 
 
La Serie B è come un Risico di 42 partite + eventuali play off dove le strategie  il controllo di una delle 22 caselle a disposizione, è un sentiero tortuoso e di mefistofelica ingegnosità, e dove l'ultima truppa, seduta nella casella in fondo, può distruggere la tua armata, anche se è la più blasonata.
 
Al 9' l'avanguardia granata trova una voragine nell'area giallorossa e fa quello che vuole  Chiaretti crossa in area per Strizzolo libero come un fringuello di primavera, che di testa l'appoggia a Iori, Pezzi – Venuti e Buzzegoli non riescono a fare nulla: Cittadella – Benevento 1 – 0: Pandemonio blasfemissimo nei pressi del Sannio: è Lega Pro. 
 
Le compagini si affrontano e gli ospiti rispondono su calcio d'angolo: colpo di testa di Lucioni e palla sul palo. Il Citta insiste in maniera scomposta e poco prima Del Pinto perde la pazienza e guadagna un'ammonizione. Poco dopo è La Belva di testa che fa venire i brividi: la palla sfiora di poco  il palo destro. 
Ciciretti fa un assist al bacio per Del Pinto che tenta di provarci davanti al portiere ma è marcato stretto da Pedrelli, la palla non ne vuole sapere di entrare a rete neanche quando sopraggiunge Cissé: pandemonio stregato davanti la porta di Alfonso!
 
Nella ripresa è lo stesso Alfonso ad esibirsi in una parata spettacolare su Cissé. Ancora il numero 19 su passaggio di Ciciretti, tira la bomba, ma la sfera termina di poco a lato. Risponde  Iori che ci prova con l'ennesima bomba da fuori area, ma il tiro è impreciso. I Granata spingono e lo Stregone va in apnea, si risveglia con Melara che prova la conclusione insidiosa dai 40 metri, ma Alfonso è implacabile. All' 80' Ciciretti perde la concentrazione e commette fallo su Benedetti  e viene espulso per doppia ammonizione. Negli ultimi minuti Gori viene chiamato in causa per salvare la situazione, già drammatica, sulla bomba da fuori area di Vido. 
 
Il Cittadella guadagna punti e balza al quinto posto, lo Stregone rimane seduto al quarto, stabile, nonostante le sconfitte e la discontinuità, e il torneo si avvia verso la volata finale, l'ultima tornata emozionante della stagione di Serie B 2016/2017.
Letto 985 volte Ultima modifica il Domenica, 09 Aprile 2017 17:47
Luca Mirra

Fiorentino Luca Mirra nasce per caso nel luglio 1982 cercando d'impiccarsi con il cordone ombelicale. Fino ai 15 anni è un'eccelsa mente matematica, ma a 16 anni non lo è più e inizia a dedicarsi sporadicamente alle materie letterarie che poi abbandona per pigrizia. Sempre per amor dell'ozio si iscrive alla facoltà di Filosofia (Federico II) e completa la Specialistica alla tenera età di 29 anni con la tesi "Nietzsche e il nichilismo". Nel mezzo del cammin della sua vita incontra Emilio Fabozzi, dopo un tris di vino viene assunto per curare la rubrica di scommesse Febbre di Snailand (in collaborazione con Massimiliano Bocchino). Dal marzo 2013 si occupa anche di sport seguendo le fantastiche avventure del Benevento Calcio. Scrive di musica letteratura ed eventi culturali, adora suonare lo strumento ed è contrario a qualunque forma di lavoro (soprattutto se sottopagato).

ORA ON-LINE: 81

 
pennagrafica