Giovedì, 25 Maggio 2017 16:49

Pirati dei Caraibi - La vendetta di Salazar

Marialaura Orlando Scritto da 

Joachim Rønning e Espen Sandberg firmano il quinto capitolo della saga Disney

Era il 2003 quando nei cinema di tutto il mondo arrivava La maledizione della prima luna (Pirates of the Caribbean: The Curse of the Black Pearl). La pellicola diretta da Gore Verbinski vedeva il pirata Jack Sparrow affrontare l’equipaggio della Perla Nera, temibile nave pirata su cui pende una maledizione azteca. Al suo fianco il giovane fabbro Will Turner e la risoluta Elizabeth Swann, figlia del Governatore inglese a Port Royal.

Jack Sparrow – scusate, Capitan Jack Sparrow – è senza dubbio uno dei personaggi più amati del cinema degli ultimi anni. Lo scalcinato pirata interpretato da Johnny Depp con ironia, divertimento, azione e un goccio di rum è entrato di diritto nell’immaginario collettivo della cultura pop. E nonostante siano passati ben 14 anni dall’uscita del primo capitolo, l’interesse intorno alla saga non è mai scemato; al contrario, è sempre aumentato.

In Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar Jack Sparrow (Johnny Depp), sembra aver smarrito completamente la passione per il mare e la pirateria, Henry Turner (Brenton Thwaites), figlio di Will Turner (Orlando Bloom), è alla ricerca del tridente di Poseidone per mettere fine alla maledizione che tiene prigioniero suo padre. Durante le sue ricerche si imbatte nella flotta di marinai fantasma, prigionieri del triangolo del diavolo, guidati dal capitano Armando Salazar (Javier Bardem) acerrimo nemico di Sparrow. Per un fortunoso caso del destino, Sparrow e Turner, si ritrovano sulla stessa isola in cui fanno la conoscenza e stringono un’alleanza con l’astronoma Carina Smyth (Kaya Scodelario). Mentre i tre cercano di mettere da parte le loro divergenze, Salazar e la sua ciurma fantasma trovano il modo di liberarsi e mettersi alla caccia del loro acerrimo nemico per ucciderlo e compiere la loro vendetta. L’unica speranza di salvezza per  Jack Sparrow è quella di trovare il leggendario tridente prima che Salazar trovi lui.

Se dal punto di vista degli effetti speciali e della colonna sonora non si può dire nulla, discorso diverso si deve fare per quanto riguarda sia la trama che la caratterizzazione del personaggi.

Anche in questo episodio ci sono numerosi momenti di tensione con inseguimenti, duelli e le classiche ed indimenticabili fughe alla Jack Sparrow, ma l’impressione è che ormai questo personaggio abbia fatto il suo tempo e Johnny Depp ormai si limiti a farne una macchietta, perdendo tutto il fascino e l’assurdità che lo contraddistingueva nel primo film.

Purtroppo il cattivo Salazar, Javier Bardem, risulta piatto e senza alcuno spessore o carisma degno di nota. È assolutamente un personaggio crudele e spietato ma, nonostante i flashback introdotti e l’approfondimento del come la ciurma sia stata maledetta, non viene spiegato molto sul personaggio portandolo ad essere una creatura assetata esclusivamente di vendetta con cui non si può empatizzare.

Anche Henry, viene presentato ed usato come un personaggio secondario alla storia. Il figlio di Turner viene usato praticamente come pretesto e sotto-storia “romantica” con l’astronoma Carina dando a lui poco spazio di manovra. Come d’altronde siamo stati abituati dagli episodi precedenti. Sono sempre le donne nella saga ad essere più sviluppate rispetto al sesso maschile rendendole spesso più capaci ed autorevoli della loro controparte.

Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar, nonché quinto episodio di una saga che dura ormai da quattordici anni, ci riporta alle origini delle avventure del capitan Jack Sparrow, promuovendo una storia per molti versi molto simile a quelle della prima trilogia e voltando nettamente le spalle al dimenticabile (e per molti dimenticato) quarto film. Insomma, si punta tutto su qualcosa di già visto, ma soprattutto di certo e provato, e ciò è comprensibile guardando semplicemente i personaggi: le due giovani new entry Brenton Thwaites e Kaya Scodelario, nei panni di Henry e Carina, ricordano da vicino i primi William ed Elisabeth che tanto mancano ai fan della saga.

Come già capitato per le pellicole precedenti della saga, si consiglia di rimanere in sala fino al termine dei titoli di coda per assaporarvi una scena che sicuramente aprirà la strada ad un ulteriore sequel.

 

Film in programmazione al Multisala Gaveli  - orari : 18:15 - 19:00 - 20:00 - 21:15 - 22:30 

Info:

Tel : 0824.778413 (Programmazione R.A.)
Cell. 346.7229421 dalle 16 alle 21 (Cassa)
E-Mail Informazioni :   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
assistenza on line:  https://www.facebook.com/multisala.gaveli

E possibile prenotare i biglietti ON LINE.

Letto 256 volte

Video

ORA ON-LINE: 171

Cerca Cinema in Città

Mar 22 Agosto 2017
Invalid City

 
pennagrafica