Giovedì, 21 Luglio 2016 14:04

Apollo 11, una serata con il naso all’insù per celebrare lo sbarco sulla Luna

Redazione Scritto da 

Giovedì l’evento organizzato dal Gruppo Astrofili Sanniti col patrocinio del Comune di San Giorgio del Sannio e la collaborazione delle Cantine Tora

di Emilio Fabozzi

La notte tra il 20 ed il 21 luglio non è una notte uguale alle altre. Non lo è più da 47 anni, esattamente da quando un tizio, figlio di un contabile con origini tedesche e scozzesi, iscritto all’anagrafe americana con il nome di Neil Armstrong profanò il bianco ed etereo suolo lunare inchiodandoci su una grossa scarpata, tramite quello che oggi potrebbe apparire, ad esser buoni, un pacchiano doposci. Era il 1969, gli americani raggiunsero la luna attraverso la missione Apollo 11 e da allora, si dice “il mondo non fu più lo stesso”. C’è addirittura chi divide la storia umana tra il prima ed il dopo quella storica scarpata. Probabilmente tra quest’ultimi ci sono i componenti del gruppo astrofili beneventani, G.A.B. per chi ama le semplificazioni da acronimo, che per celebrare degnamente la ricorrenza, hanno raccolto l’invito dell’unione astrofili italiani e grazie alla collaborazione del Comune di San Giorgio del Sannio hanno organizzato una celebrazione rievocativa, intitolata appunto: “La notte dell’Apollo 11”, che si terrà giovedì 21 luglio 2016. La serata si svolgerà lungo il viale principale del centro sannita, viale Spinelli, dove il gruppo astrofili sanniti predisporrà un telescopio dando la possibilità ai bambini, agli appassionati o semplicemente a chi ne è incuriosito, di effettuare una osservazione guidata della volta celeste. L’osservazione al telescopio inizierà al termine del film “Sei mai stata sulla Luna?”, una commedia italiana con Rauol Bova, Lliz Solari, Emilio Soffrizzi e Sabrina Impacciatore, proiettato per la rassegna “Cinema divino” dalle ore 21. L’appuntamento servirà anche a ricordare Rocco Petrone a dieci anni dalla morte. “All’epoca del lancio dell’Apollo 11 - si legge nella scheda di presentazione dell’evento - fu il direttore di lancio: l’ultimo uomo a dare il via libera alla missione Apollo 11. Figlio di emigranti della Basilicata, provenienti da Sasso di Castalda (PZ), Rocco Petrone ha ricoperto molti ruoli di primo piano fino a diventare direttore del Programma di esplorazione della Luna per l’ultima missione Apollo 17 ed inoltre per la missione congiunta con i Sovietici Apollo-Soyuz, che mise la parola fine alla corsa antagonista allo Spazio”. Ma non solo, “L’appuntamento – ha spiegato Carmen Perrella, presidente del Gruppo Astrofili Beneventani – servirà ad avvicinare i bambini al fantastico mondo dell’astronomia ed a ricordare di come l’Italia sia una delle nazioni più importanti al mondo per la ricerca in questo ambito, particolare che spesso è poco pubblicizzato e ignorato”. Il Gruppo Astrofili Beneventani nasce ufficialmente nel luglio del 2015 grazie ad un’iniziativa di Yuri Di Gioia, Carmen Perrella e Dario Castellano che danno una forma associativa ad un gruppo di appassionati di astronomia, tra cui: Lello Campanelli, Edmondo Gnerre, Gino De Nicola, Maurizio Iazeolla e Gianni De Bellis , “formatosi già negli anni settanta con l’intento di condividere l’interesse per l’astronomia e la fotografia del cielo e per rincorrere eventi astronomici, come le eclissi, cercando di immortalarli con le migliori tecnologie a disposizione”. Giovedì 21 luglio, infine, contemporaneamente alla osservazione astronomica, l’evento prevede anche una degustazione curata dalle cantine Tora, una giovane azienda vitivinicola sannita, che arricchirà il piacere di una osservazione astronomica attraverso la descrizione di prodotti nati a poca distanza dalla manifestazione e solo a qualche chilometro in più dalla Luna.

(articolo pubblicato su Il Mattino del 20/07/2016)

Letto 729 volte
ORA ON-LINE: 101

 
pennagrafica