Sabato, 10 Dicembre 2016 22:19

L'Avellino face la partita, e lo Benevento stace secondo

Luca Mirra Scritto da 
Avellino - Benevento hanna pareggiato 1 - 1, li lupi hanna fatto la partita, se vere che tengono na storia arreto e s'anna fatto dieci anni de Serie A, trent'anni fa. Lo Benevento è fatto ammiscafrancesca e pe poco non se pigliava manco lo punto. 
 
La primma cosa c'aggia fatto quanno agghia trasuto inta la sala stampa, agg asciuto fore e aggia juto a salutà li guagliuni de la Curva Sud Giallorossa, che stevano proprio a la destra, “Ciao Gualiù!”, agg alluccato, quanno tremendanno sotto a me agg visto almeno duiciento tifusi avellinesi e magg sentuto come a quillo film de Massimo Boldi, a do illo è milanista e se trova inta la curva de la Roma, - quisti me faceno lo tatuaggio - aggia pensato. 
 
Lo rischio quanno se joca a lo Partenio è che quiri faceno la partita de la vita, e Baroni pe abituà e sbituà face sulo malanni. Pe fortuna nui simmo gente che non c'accontentammici r'o bbroro puro si la  'a carne costa, pecché Oreste c' è abituati buoni. Li biancoverdi partono co l'arraggia e lo Benevento se stace, Ardemagni fa la rovesciata: uilloco, mo lo Benevento face l'ammiscafrancesca pecché se sente co lo culo a lo caviro. 
 
Non passeno manco 6 minuti che Verde parte da miezocampo e  corre ngoppa la fascia destra, sulo illo, “Angappa a quillo”, allucco io da la tribbuna, ma manco lo tiempo de lo ddice, che quiro face no cazzo de tiro a giro da fore de l'area, che manco Buffon lo pigliava, e Cragno secondo me non è fatto manco a tiempo a jastomane. Binirica!
 
Avellino – Benevento 1 – 0. Abbiammo buono!
 
Lo Benevento face finta de ce provà, ma non stace in forma co la capo, chi cazzo e capisce a quisti che ce passa pe capo a lo primo tiempo. Pezzi face no tiro troppo pipolo e lo portiere de l' Avellino lo rire nfaccia.  Intanto lo lupo guarda lle ttelecamere co chella faccia ncazzata, e li biancoverdi pure staceno ncazzati, e iesce puro lo secondo gol, ma l'arbitro lo annulla pe fuorigioco. 
 
Inta li primi 45 minuti lo Benevento face poco, è sulo Avellino, o sa Baroni come sta jastomenno ncopp a chellata tribuna. Lo secondo tempo angora Ardemagni face lo buono e pe poco non face lo secondo gol, ma stavota Cragno stace accuorto. Assa pa la madonnna che cagna lo chiaro de Luna, e Puscas face no bello tiro, ma quiro lo portiere de l'Avellino se stace accuorto, pecché ce servono li punti.
Li lupi avasciano lo baricentro e pensano che sa ponno vence 1 – 0 'a partita. Cozzi lo vice de Baroni  mette dinto a Falco e Cisséne, e lo Benevento face tutta n'ata partita, into a tutto lo secondo tiempo è tenuto lo 61% de possesso de palla, isso sa canta e isso sa sona, dopo 4 minuti ca era trasuto Cissè, ngoppa a na punizione, sempe a la fascia destra (quillo è gruosso) ce vace de capo e segna lo gol de lo pareggio: Avellino – Benevento 1 – 1: bivitive sto streghino: 'a iatta, pa' fretta fece li figli cecati.
 
Li biancoverdi se sprementano, ma li giallorossi volono lo punto, pecché Verona e Frosinone staceno perdenno, mettimmo 'a papera 'a  guardà 'a nzalata, o secondo tiempo. Pe l' Avellino non è pietto suo, e li tifosi abbiano a rosecàne, pecché lo ssanno che l' hanna persi li due punti. 
 
Carcioffola mia bella, 
ti amavo quando eri zitella,
mò che ha' miso 'o pilo, 
statti bona carcioffola mia!
 
Li giallorossi non hanna fatto na bona partita, però quanno stace pe finì quilli fanno sempe lo gol, e chesto Novellino me sa ca nun o sapeva. Alla fine de tutte l' ate partite de la  serie B agg juto a verè la classifica: PALAMADONNA! L'Avellino face la partita, e lo Stregone stace secondo: ateve citti mo!
Letto 8532 volte

FEBBRE DA SNAILAND

ORA ON-LINE: 169

 
pennagrafica