Lunedì, 01 Maggio 2017 18:20

Vottati le vacche a monte ca lo tiempo ndrola

Luca Mirra Scritto da 
Benevento – Avellino fenisce 2 – 1. Lo Stregone s'arripiglia lo quinto posto co tutto lo derby, e  face la partita. Lo primo tempo li giallorossi  faceno 7 tiri totali: 6 inta lo specchio de la porta. Lo secondo tempo è chiù equilibrato, li Lupi cacciano tutta l' arraggia ca tengono nguorpo, ma li gol de  Ceravolo – Falco non perdonano. Quanno Eusepi accorcia le distanze non ce stace chiù niente che face.
 
Quisti hanna fatto la Serie A, mica sulo la serie B, co li lupi non se pazzea, parlano avellinese, e si loro parleno avellinese,  a Benevento parlano lo latino, e la curva hace posto subito le condizioni:“inermes cum singulis vestimentis sub iugum missurum; alias condiciones pacis aequas victis ac victoribus fore: si agro Samnitium decederetur, coloniae abducerentur, suis inde legibus Romanum ac Samnitem aeque foedere victurum”. 
 
Tradotto in avellinese: “è inutile ca faciti le coreografie longhe quanno venimo a lo Partenio, tanto po quanno viniti vui cà, ve facimmo accoglie senza manco lle pecore, e tutto lo gregge: vottati lle vvacche a monte, ca' lo tiempo ndrola!”
 
Subbito li bbrividi roppo dieci minuti, la punizione de Viola face tremà tutto lo stadio, e li stregoni aizano lo canto a lo cielo, mentre io stongo ancora penzenno a la coreografia. Però li Lupi s' hanna fatto la serie A, trent'anni fa, e lo portiere, quillo vottazzo e  Radunovic è uno buono, ca sape lo fatto sujo,  e anticipa a Viola doe vote, face certe parate che manco Zoff. Pandemonio blasmeno nei pressi del Ciro Vigorito: quisti s' hanna venuto a jocà lo 0 – 0: si ogni fesso portasse na vrasca, o munno fusse no voscko.
 
Li Giallorossi ce faceno verè no poco come se joca lo pallone, ma co umiltà, pecché loro non c' hanna mai stato in Serie A, ma lo Presidente Vigorito ce vole ine, e s' haccatta pure  a Ibrahimovic, si ce vace  in serie A. Mannaritto. 
 
Lo primo tempo face sulo no brutto  0 – 0, ma la partita l' accomannano li Giallorossi, co lo 61% de possesso palla: chiano mierolo, che lo macchione t'ascpetta,  cò  lo tiempo e cò lla paglia maturano le nnescpole.
 
Dinta lo secondo tiempo lo Stregone face ancora chiù paura de lo primo, li Giallorossi sonano la musica e pare de sta a no concerto rock co Chibsah a lo basso, Ceravolo a la chitarra, Falco a la batteria e Viola ca canta. A lo 50' e 47''  Viola face na scplendida apertura pe Falco, quisto non ce penza doe vote, se magna a Perrotta  e face no cross che ce la mette ngoppa la capo de Ceravolo, e stavota chillo vottazzo Radunovic non pote face niente, stace come a no pipolo: Benevento – Avellino 1 – 0: crisci santo!
 
Li lupi ce provano co Bidaui, ma Cragno ce face verè come se stace inta la porta. A lo 65'  Omeonga face n 'asciuta proprio a cazzo e sbaglia lo stop,  non piglia la palla addananzi all'area soja e non ze rende conto che no certo Pippo Falco scbuca da reto e come a no treno se ne vace inta l'area, lascianno a Omeonga come a no pipolo, e se magna pure a Perrotta ca no lo bere proprio: Benevento – Avellino 2 – 0: maria contrariosa quanno chiove porta l'acqua a le ghialline. Ata acchiappato co le dete dinto la porta? Tutto lo stadio zompa, pure Baroni zompa, ca no 2 – 0 no lo vedeva da lo girone d'andata, mannaritto.
 
Li lupi non se perdono d'animo e infatti a lo 70' ngoppa  li sviluppi de no calcio d'angolo de Moretti, D'angelo crossa miezo pe Eusepi, e quisto vottazzo prima segna, e po esulta pure chella panza 'e viermi, già se l'hace  scordato che dui anni fa jocava co li giallorossi: Benevento – Avellino 2 – 1: ha fatto lo pirito cchiù gruosso de lo culo.
 
L' Avellino hace appiso lo quadro a 'no male crocco, stace a no punto da la zona play out e tene la prossima partita in casa contro lo Bari, ma quilli staceno ngazzati pecche se vonno fa li play off. Lo Benevento torna a la vittoria inta le mura casalinghe dopo lo 0 – 0 co lo Vicenza, e s'arripiglia lo quinto posto, citto citto che forse se li face li play off quist' anno, però senza ì in Serie A, si no po che che dicono li lupi, puozzati ave' la ciorta de la brutta e de la pottana,  intanto ce mancano tre partite e la cosa chiù importante, è ca quisto ca s' è visto oggi, è come a quillo Benevento de lo girone de andata, quanno li guagliuni se addivertevano inta lo campo e faceveno pure lo risultato.
Tra li play off e li play out, tutte le squadre vonno lo cocco ammonnato e buono, e mo abbìa lo vero campionato a do se decide chi salle e chi scenne, e li Lupi  s' haceno sta accuorto a no face la fine de lo 1988, lo consiglio pe li amici nuostri verdi comm' a le montagne,  è sempe quillo: vottati le vacche a monte ca lo tiempo ndrola!
Letto 4913 volte
ORA ON-LINE: 66

 
pennagrafica