Venerdì, 09 Giugno 2017 17:55

Walter Lopez: el Zurdo toda pelota y familia

Luca Mirra Scritto da 
Da Montevideo con furore come un treno a vapore nel 1900, nato il 15 ottobre 1985 (stesso giorno e mese  di nascita del filosofo Friedrich Nietzsche), Walter Lopez, soprannominato El Zurdo (mancino, sinistro, abile, furbo) si abbandona alle emozioni post gara.
 
 
Cosa provi, come ti senti? 
Felice... abbiamo fatto una cosa molto importante. 
 
Quale è stato il momento più difficile di tutto il campionato?
Contro il Cesena che abbiamo perso malissimo, ci avevano dato per morti, e siamo resuscitati
 
Con quale metafora descriveresti il momento, questa vittoria?
Sono tante cose. Voglio ringraziare la mia famiglia che mi è stata vicinissima sempre, perché uno quando ce la mette tutta... sai, magari tante volte rinuncio a giocare coi miei figli per andare in ritiro, e loro niente. Mi hanno dato tantissima carica, e questa vittoria è anche per loro. Sono stati ripagati.
 
Adesso si va in Serie A...
Adesso la Serie A, ci divertiamo per un paio di giorni e poi incominciamo a lavorare e vediamo che succede
 
Il Presidente già sta organizzando la squadra...
Il Presidente sta bene, sì, speriamo che non mi manda via (ride ndr)
 
*Foto di IAMCALCIO per gentile concessione di Maurizio Morante. Grazie Mille. 
Letto 350 volte

FEBBRE DA SNAILAND

ORA ON-LINE: 137

 
pennagrafica