Lunedì, 21 Agosto 2017 11:35

Il Benevento perde, la curva sud vince, il pronostico di Nina Moric non ha portato tanto bene

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Sampdoria – Benevento termina – 1. Il vantaggio giallorosso è sancito da uno spettacolare gol del solito pupetto in arte Ciciretti, ma dura solo 20'. 
 
Nella ripresa lo Stregone deve fare i conti con una Sampdoria solida e ben organizzata che subito si porta in vantaggio su doppietta di Quagliarella. L'esodo dei 1000 giallorossi propone una coreografia spettacolare e cori per 95': da brividi. 
 
Tornano i vecchi valori di una volta della sofferenza e del dolore, il Benevento lotta con onore nella prima di Serie A ma non basta, questo campionato sarà poco adatto a tifose con i tacchi a spillo in cerca di relax, tipo Nina Moric, questo campionato è per gente dal cuore duro e lo spirito forte, gente che ha vissuto le bombe di Nocera, Crotone 2009, e le legnate avellinesi. Sarà un campionato spettacolare e tragico allo stesso tempo. 
 
Lo Stregone parte aggressivo nei primi minuti sull'asse  Cataldi – D'Alessandro ma sprecano troppo e si dimenticano di Puşcaş libero come una farfalla. La risposta doriana è di Caprari, ma incontra un muro giallorosso chiamato Lucioni che sventa il pericolo chiudendolo in una morsa, si alza il canto della sud sannita che sbalordisce tutta Marassi, mentre Baroni s'incazza come una jena e urla a Ciciretti di allungare. Barreto sfrutta un assist di Caprari,  ma Belec non si fa trovare impreparato, la risposta è ancora di Cataldi che spreca da fuori area facendo infuriare e blasfemare Baroni. Il profilo facebook di Nina Moric, forse gestito da un nano con gli occhi di ghiaccio, aveva pronosticato la lotta per lo scudetto tra Benevento e Juventus ieri pomeriggio, in maniera sorniona e mefistofelica.
 
Al 15' ancora Danilo Cataldi s'invola sull'out sinistro, cambia tutta per il Ciciretti, er pupetto aggancia al volo de destro, controlla e posiziona la palla sur sinistro, calcola le coordinate geometriche di angolazione e la moltiplica per il valore impreprobabile, e dipinge una diagonale a giro perfetta nella tela della storia, che non perdona. Puggioni battuto e Sampdoria – Benevento 0 – 1: er pupetto firma la prima marcatura in Serie A, come aveva fatto lo scorso anno all'esordio in B. Pandemonio di gioia presso Marassi e tutto il Sannio. Vuoi vedere che il profilo di Nina Moric c'aveva ragione?
 
Al 19' è ancora Ciciretti,  er pupetto dall'out destro crossa a centro per Coda che tira al volo e fa tremare tutto lo stadio, ma Puggioni è attento e devia in angolo: Pandemonio blasfemo nei pressi di Marassi e tutto in Sannio. I blucerchiati si spingono in avanti e stringono lo Stregone nella propria metà campo, prima Quagliarella ci prova ma il tiro è impreciso, poi ancora lo Zio (provvidenziale) risolve su Pavlovic. I padroni di casa continuano a provarci ma la difesa giallorossa risponde bene. Al 37' Ciciretti tira dalla trequarti e per poco non coglie Puggioni impreparato. Al 39' su cross  dei padroni di casa, Belec fa un miracolo su tiro micidiale di Praet, ma la palla respinta finisce sui piedi di Quagliarella che si trova nel posto giusto al momento giusto: Sampdoria – Benevento 1 – 1: Pandemonio blasfemo nei pressi di Marassi e del Sannio. Chissà se Nina Moric l'avrebbe presa la palla tirata da Quagliarella...
 
Ancora Sampdoria per Caprari che sfrutta un buco nella difesa giallorossa e serve Ramirez che tira due bombe, ma Belec c'è e devia in angolo. 
 
La seconda parte di gara comincia con lo stregone che si spinge in avanti, ma quando Ramirez intuisce un varco nella difesa giallorossa al 53', l'assist per Quagliarella si rivela fatale: Sampdoria – Benevento 2 – 1: Pandemonio blasfemissimo nei pressi del Marassi, Ciro Vigorito e Sannio tutto. Nina Moric porta sfiga!
Lo stregone risponde con Puşcaş prima servito da Ciciretti poi da D'Alessandro, prima spreca di testa, poi a tu per tu con Puggioni, il destro micidiale è fuori misura. Belec compie un miracolo su Silvestre pochi minuti dopo, quando da distanza ravvicinata tenta il tap in vincente.
 
Sampdoria – Benevento termina 2 – 1 con una grandissima prestazione dei Giallorossi in campo ma soprattutto sugli spalti, numerosi i complimenti ricevuti dalla tifoseria avversaria. La curva Sud ha alzato il canto in tutta Italia, e lo spettacolo deve ancora cominciare, perché sabato 26 agosto alle ore 18:00 allo stadio Ciro Vigorito è previsto un pandemonio totale di colori e canti, per la prima dello Stregone in casa. Baroni ha dimostrato di aver impresso un'anima alla squadra che si è fatta valere non andando mai sotto e cercando disperatamente il pareggio fino allo scadere, ma avere un tris e aspettare un poker o un full non sempre può essere determinante. Ad ogni modo voto 7,5 alla prestazione della squadra e sipario. Sullo schermo scorrono i titoli di coda: il Benevento perde, la curva vince, Nina Moric porta sfiga.
 
 
*Foto La Presse/Tano Pecoraro
Letto 1076 volte Ultima modifica il Giovedì, 14 Settembre 2017 18:15
Luca Mirra

Fiorentino Luca Mirra nasce per caso nel luglio 1982 cercando d'impiccarsi con il cordone ombelicale. Fino ai 15 anni è un'eccelsa mente matematica, ma a 16 anni non lo è più e inizia a dedicarsi sporadicamente alle materie letterarie che poi abbandona per pigrizia. Sempre per amor dell'ozio si iscrive alla facoltà di Filosofia (Federico II) e completa la Specialistica alla tenera età di 29 anni con la tesi "Nietzsche e il nichilismo". Nel mezzo del cammin della sua vita incontra Emilio Fabozzi, dopo un tris di vino viene assunto per curare la rubrica di scommesse Febbre di Snailand (in collaborazione con Massimiliano Bocchino). Dal marzo 2013 si occupa anche di sport seguendo le fantastiche avventure del Benevento Calcio. Scrive di musica letteratura ed eventi culturali, adora suonare lo strumento ed è contrario a qualunque forma di lavoro (soprattutto se sottopagato).

FEBBRE DA SNAILAND

ORA ON-LINE: 99

 
pennagrafica