DOCUMENTARIO | 2014 curriculum buttati nel cesso per salutare il 2015

"CV di una generazione. Senza risposta", un documentario inedito per archiviare il 2014...

Immaginate un giovane davanti a un pc che cerca d'inviare un curriculum. L'ha preparato per bene, cercando di schematizzare le trame di una vita, con le sue vitali incoerenze, con i meravigliosi cambi di percorso, per andare incontro alla richiesta burocratizzazione delle qualità umane (ovvero la traduzione delle stesse in fatti puramente quantitativi-formali): la sbandierata multidisciplinarietà è ridotta a roba buona per pulire i cessi del capitalismo. Il nostro giovane ha speso ore a preparare un cv fatto bene e si scontra con una triste realtà. Non è richiesto l'invio del documento, bisogna compilare un format elettronico. Tatatatà. Altre due ore buttate nel cesso per sottoporre la propria esistenza al vaglio di un robottino demente. Se non avete azzeccato la (parola) chiave, il curriculum potrebbe non riflettersi mai su un paio di iridi umane. Armati di fede, speranza e carità si procede all'invio. Mi dispiace, ci hai pensato troppo, sessione scaduta. Tocca ripartire da capo.

L'ironico documentario che proponiamo, "CV di una generazione. Senza risposta" riassume alcuni aspetti della crisi del lavoro proprio partendo dalle voci del curriculum vitae, dalla formazione ("ma il voto di laurea conta?") alla conoscenza delle lingue, imprescindibile per tutti tranne che per l'attuale presidente del consiglio. Tra luoghi comuni reali e virtuali (dall'ossessione per i powerpoint alle lauree spalmate sui social network, da "Ticonsiglio" a "Yahoo! Answers"), l'autoritratto di una generazione di laureati/laureandi lasciati a se stessi. Ma attenzione. Questa generazione è molto di più della sintesi video proposta, il cui scopo è rappresentare e magari archiviare un amaro disorientamento. All'esercito di precari, disoccupati e occupati coscienziosi sta il compito di sovvertire questo tempo. Un compito gioioso, che dal pessimismo e dall'amarezza può trarre solo un contrito fallimento.

Buon 2015 sovversivo da bMagazine.

 

ps: Ad onta di un apparente pessimismo, il video porta bene, tanto che la maggior parte dei neolaureati che figurano nella carrellata iniziale di potenziali disoccupati hanno già trovato lavoro.

 

regia e montaggio_alessandro paolo lombardo
riprese e montaggio_carmine conte
con la collaborazione di_antonella paradiso
voce_andrea sartori
musiche_giovanni molinaro
interviste a_giovanni vergineo_pasquale pancione_enza belperio_monica lavorgna_veronica
lauree di_filomena fasulo_carmen pacchiano_alessandro milano_lina carideo_roberta pugliese

FEBBRE DA SNAILAND

ORA ON-LINE: 206

 
pennagrafica